Il vaccino Moderna è efficace al 96 per cento negli adolescenti

Lo ha reso noto l'azienda nell'annunciare i risultati della sperimentazione di fase 2

moderna

Il vaccino Moderna è efficace al 96 per cento negli adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni. Lo ha reso noto oggi in un comunicato l’azienda produttrice statunitense nell’annunciare i risultati della sperimentazione di fase 2 sulla categoria, in base ai quali su più di 3.200 partecipanti non sono stati riscontrati effetti collaterali gravi. L’azienda farmaceutica continuerà a raccogliere dati nel processo di sperimentazione sugli adolescenti e “sta discutendo con le autorità di regolamentazione su un potenziale emendamento ai suoi documenti normativi”, conclude la nota.



Secondo una nota di Moderna Italia, “una singola dose di richiamo di 50 μg di mRna-1273 o mRna-1273.351 ha aumentato i titoli neutralizzanti contro Sars-Cov-2 e contro due varianti preoccupanti (sudafricana B.1.351 e brasiliana P.1) nei partecipanti a studi clinici precedentemente vaccinati. La dose di richiamo di mRNA-1273.351, un vaccino candidato, ha raggiunto titoli neutralizzanti più alti contro B.1.351 rispetto a una dose di richiamo di mRna-1273. Le dosi di richiamo di mRna-1273.351 e mRna-1273 sono state generalmente ben tollerate. La valutazione di un candidato vaccino multivalente di richiamo, mRna-1273.211, è in corso, i dati sono attesi a breve”. Stéphane Bancel, Ceo di Moderna, ha commentato: “Mentre cerchiamo di sconfiggere la pandemia in corso, rimaniamo proattivamente impegnati a seguire l’evoluzione del virus. Siamo incoraggiati da questi nuovi dati, che rafforzano la nostra fiducia nel fatto che la nostra strategia di richiamo possa essere protettiva contro queste nuove varianti individuate”.

“La forte e rapida spinta dei titoli a livelli superiori alla vaccinazione primaria – ha precisato l’Ad – dimostra anche chiaramente la capacità di mRna-1273 di indurre la memoria immunitaria. La nostra piattaforma mRna permette una rapida progettazione di candidati vaccini che incorporano mutazioni chiave del virus, permettendo potenzialmente un più rapido sviluppo di futuri vaccini alternativi abbinati alle varianti, qualora fossero necessari. Saremo lieti di poter condividere i dati sul nostro candidato richiamo multivalente, mRna-1273.211, che combina mRna-1273 e mRna-1273.351 in un unico vaccino, quando disponibile. Continueremo – ha concluso Bancel – ad apportare tutti gli aggiornamenti necessari al nostro vaccino Covid-19 per controllare la pandemia”.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici anche sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram