In Sardegna avviate le procedure per il ristoro dei danni degli incendi

Il disastro ambientale è all'ordine del giorno della seduta odierna del Consiglio regionale

La Regione accelera le procedure per garantire alle popolazioni colpite dai roghi un rapido ristoro dei danni. Su disposizione del Presidente Christian Solinas si è riunito il Comitato Operativo Regionale, presieduto dal Capo della Protezione civile Antonio Belloi, per elaborare lo schema operativo necessario per la perimetrazione del rogo, la valutazione dei danni e per la predisposizione della relazione tecnica necessaria per il riconoscimento dello stato emergenza nazionale, a seguito della dichiarazione di stato di emergenza regionale già deliberato dalla Giunta. “Abbiamo accelerato le procedure – dice il presidente Solinas – per abbattere tutti i tempi tecnici e burocratici e abbreviare i passaggi che ci consentiranno di erogare i ristori ai cittadini e alle aziende, per il risanamento degli edifici pubblici e privati, per una ripartenza che vogliamo tutti sia rapida. Per questo motivo, prosegue il presidente Solinas, il Cor ha anticipato i tempi ancora prima che venga chiuso lo scenario emergenziale”. Anche la giornata di ieri è stata caratterizzata da una dura lotta al fuoco. La situazione è in miglioramento, ma non sono mancati episodi di particolare pericolosità determinati dalla ripresa di alcuni focolai, che sono stati immediatamente domati. Il pericolo di una ripresa del fronte di fuoco è ancora reale. Fino al tramonto hanno operato tutte le forze regionali 22 mezzi aerei e 7.500 uomini a terra. Questa mattina i voli sono ripresi alle 5.30 così come il lavoro delle squadre, per le necessarie bonifiche.



Il disastro ambientale provocato dagli incendi nell’Oristanese e nel Nuorese è all’ordine del giorno della seduta odierna del Consiglio regionale che comincerà alle 11. Lo ha deciso all’unanimità la Conferenza dei Capigruppo convocata ieri pomeriggio, con procedura di urgenza, dal Presidente del Consiglio regionale Michele Pais. “Davanti a una sciagura ambientale come quella di questi giorni – ha detto il Presidente Pais – tutti gli altri argomenti diventano secondari”. Alla seduta di oggi parteciperanno il presidente della Regione Christian Solinas e l’assessore regionale all’Ambiente Gianni Lampis. Tutti i capigruppo hanno ribadito la necessità di programmare con la giunta interventi immediati e certi per affrontare l’emergenza. I commissari di minoranza della commissione Ambiente hanno chiesto che il problema degli incendi sia inserito in maniera permanente all’ordine del giorno del parlamentino.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS