In Spagna primo trapianto di cuore a bimba da donatore con gruppo sanguigno non compatibile

Il complesso intervento è stato condotto all'ospedale Gregorio Maranon di Madrid

intervento chirurgico spagna

La piccola Naiara, di appena due mesi, è la prima bimba al mondo ad aver ricevuto a Madrid il trapianto di cuore da un neonato con incompatibilità di sangue dopo aver subito un arresto cardiaco. Il complesso intervento è stato condotto presso l’ospedale universitario Gregorio Maranon di Madrid e ricevente e donante si trovavano presso centri ospedalieri diversi. L’organo è stato trasportato presso il nosocomio della capitale spagnola per via aerea. L’ospedale universitario Gregorio Maranon ha iniziato nel 2018 un programma, primo in Spagna, che permette di eseguire trapianti di cuore in bambini con gruppo sanguigno incompatibile. Nella procedura utilizzata, il cuore del donatore deceduto è stato recuperato prima della sua estrazione attraverso un sistema di circolazione extracorporea, che permette di mantenere ossigenati gli organi suscettibili di trapianto e valutare la funzione cardiaca, ha spiegato una nota dell’Assessorato alla Salute della comunità di Madrid.



La situazione clinica di Naiara prima dell’operazione era molto complessa perché i problemi al cuore rilevati durante la gravidanza avevano reso necessario anticipare il parto e poi aspettare che il resto degli organi maturasse a sufficienza per considerare la possibilità che la bambina entrasse nella lista dei trapianti. Ora il suo caso “dà più speranza alle famiglie con bambini con malattie molto gravi di aumentare significativamente le possibilità di recuperare un cuore per i bambini di pochi mesi per i quali ci sono poche donazioni”, ha evidenziato la comunità di Madrid, spiegando che questo intervento “sarebbe stato impensabile” solo tre anni fa. “Grazie all’immensa generosità di altri genitori, è arrivata l’occasione, un piccolo cuore per Naiara. Era peggiorata molto e se quel cuore non fosse arrivato ci sarebbero state poche possibilità di sopravvivenza”, ha affermato la responsabile dell’Unità di Trapianto di cuore di bambini del Gregorio Maranon, Manuela Camino.

 



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici anche sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram