Indo-Pacifico, Pentagono: Usa impegnati a contenere “azioni preoccupanti” della Cina

Le dichiarazioni del segretario alla Difesa degli degli Stati Uniti, Lloyd Austin

cina-usa Indo-Pacifico

Il segretario alla Difesa degli degli Stati Uniti, Lloyd Austin, ha definito “preoccupanti” le operazioni militari che la Cina porta avanti nell’Indo-pacifico, promettendo l’impegno di Washington a contrastare le mire di Pechino grazie anche alle alleanze coi partner regionali. La Cina “lavora per sviluppare il potenziale militare il più in fretta possibile e alcune delle azioni di forza che porta avanti nella regione, preoccupano noi e i nostri partner locali”, ha detto Austin al “Reagan National Defense Forum”. Reduce da una visita in Corea del Sud, il segretario ha riferito dei colloqui tenuti con i partner regionali e della volontà degli Usa di “continuare ad esercitare un ruolo di stabilizzatore”, grazie ad esercitazioni militari congiunte ma anche a un crescente interscambio di conoscenze. La Cina è l’unica potenza in grado “di usare il suo potere economico, diplomatico, militare e tecnologico come sfida a un sistema internazionale stabile e aperto”, ha detto Austin ricordando le “differenze reali, tanto in termini di interessi quanto di valori” tra Pechino e Washington. Il più recente allarme è seguito alle corpose esercitazioni militari compiute a fine novembre da Pechino sullo spazio aereo di Taiwan, isola cui gli Stati Uniti continueranno a fornire sostegno, ha detto Austin senza fornire ulteriori specifiche. Taiwan è d’altro canto uno degli oltre cento attori invitati dalla Casa Bianca al “Summit sulla democrazia” convocato per il 9 e 10 dicembre, decisione che ha già sollevato critiche da parte della Repubblica popolare: l’appuntamento è destinato ad essere una “barzelletta”, che “punta solo a sopprimere e controllare Paesi con un diverso modello di sviluppo”, aveva detto Tian Peiyan, vicedirettore dell’ufficio ricerche politiche del comitato centrale del Partito comunista cinese (Pcc), presentando in conferenza stampa il libro bianco “Cina: la democrazia che funziona”.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram