Iraq: almeno 12 morti in un attacco rivendicato dallo Stato islamico a Kirkuk

Lo riferisce l’agenzia di stampa irachena “Shafaq News”, citando fonti della sicurezza irachena

Almeno 12 agenti di polizia sono rimasti uccisi in un attacco terroristico rivendicato dallo Stato islamico nel governatorato di Kirkuk, nel nord dell’Iraq. Lo riferisce l’agenzia di stampa irachena “Shafaq News”, citando fonti della sicurezza irachena. Da una prima ricostruzione, alcuni miliziani appartenenti allo Stato islamico hanno attaccato ieri sera la 19esima brigata, del secondo reggimento della Polizia federale nel villaggio di Tal al Steih. Il 29 agosto, il segretario di Stato degli Stati Uniti Antony Blinken ha assicurato al presidente iracheno Barham Salih che l’operazione contro lo Stato islamico non è finita, ma sta entrando in una nuova fase. Attualmente sono presenti in Iraq 2.500 militari statunitensi che assistono le forze locali per contrastare il gruppo terroristico. A luglio, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dichiarato che entro la fine del 2021 la missione di combattimento degli Stati Uniti in Iraq si sarebbe conclusa e dopo il 31 dicembre 2021 Washington si concentrerà sull’addestramento e all’assistenza delle forze irachene per contrastare lo Stato islamico.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram