Iraq: Erbil, il segretario di Stato Usa condanna l’attacco missilistico contro l’aeroporto

Gli Stati Uniti sono “indignati” per l’attacco missilistico avvenuto ieri a Erbil, nella regione del Kurdistan iracheno

erbil

Gli Stati Uniti sono “indignati” per l’attacco missilistico avvenuto ieri a Erbil nella regione del Kurdistan iracheno. Lo ha dichiarato in una nota il segretario di Stato Usa, Antony Blinken. “Siamo indignati per l’attacco missilistico di oggi nella regione del Kurdistan iracheno. I rapporti iniziali indicano che gli attacchi hanno ucciso un contractor civile e ferito diversi membri della Coalizione, tra cui un militare statunitense e diversi contractor Usa”, ha dichiarato Blinken.



“Esprimiamo le nostre condoglianze ai familiari del contractor civile ucciso in questo attacco, e agli innocenti iracheni e alle loro famiglie che stanno subendo questi spietati atti di violenza”, ha aggiunto il segretario di Stato Usa. “Ho contattato il primo ministro del governo regionale del Kurdistan Masrour Barzani per discutere dell’incidente e per impegnarmi a sostenere tutti gli sforzi per indagare e ritenere responsabili i responsabili”, ha affermato Blinken.

Ieri sera diversi razzi sono stati lanciati contro l’aeroporto di Erbil, nel Kurdistan iracheno. Uno dei razzi ha colpito una struttura militare che ospita truppe straniere appartenenti alla coalizione a guida Usa, presente in Iraq per la lotta all’Is. Due razzi hanno inoltre colpito aree residenziali nei pressi dell’aeroporto.



Leggi altre notizie su Nova News
Seguici su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram