Iraq: forze sicurezza sventano attacco con droni contro base militare di Balad

I velivoli sono stati visti ad occhio nudo dalla forza incaricata di proteggere le torri esterne

iraq-stato islamico-donne

Le forze di sicurezza dell’Iraq hanno sventato un attacco condotto con droni armati contro la base militare di Balad, bella provincia di Salah al Din, a nord di Baghdad. Lo riferisce una nota della cellula media delle Forze armate irachene. “Questa mattina tre droni si sono avvicinati al perimetro meridionale della base aerea di Balad nella provincia di Salah al Din”, si legge nella nota. “I droni sono stati visti ad occhio nudo dalla forza incaricata di proteggere le torri esterne, assicurandosi che fossero aerei nemici”, prosegue la nota, precisando che i tre velivoli senza pilota hanno cambiato rotta dopo essere stati colpiti dalla contraerea.



Il tentato attacco contro la base aerea di Balad segue il lancio di razzi che nei giorni scorsi hanno preso di mira l’ambasciata degli Stati Uniti nella zona verde di Baghdad, provocando due feriti. Gli attacchi alle basi irachene, in particolare quelle che ospitano o hanno ospitato truppe statunitensi, sono aumentati dopo l’uccisione nel gennaio 2020 del generale dei Guardiani della rivoluzione iraniana, Qasem Soleimani, colpito da un drone Usa presso l’aeroporto di Baghdad. Gli attacchi contro le basi militari irachene e l’ambasciata Usa sono di solito attribuiti alle milizie sciite filo-iraniane. La coalizione internazionale contro lo Stato islamico guidata dagli Stati Uniti ha dichiarato lo scorso 4 gennaio di aver sventato un attacco di droni contro la base aerea di Ain al-Asad nella provincia di Anbar.

Leggi anche altre notizie su Nova News

Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram