Kosovo: allo studio il collegamento con la rete del gas della Macedonia del Nord

Si tratta, come riferisce l'emittente "Voice of America", di un progetto energetico proposto dalla società statunitense Millennium challenge corporation (Mcc)

gas gnl

L’ambasciata degli Stati Uniti in Kosovo sta portando avanti delle trattative con il governo di Pristina per il possibile collegamento della rete del gas del Paese con quella della Macedonia del Nord. Si tratta, come riferisce l’emittente “Voice of America”, di un progetto energetico proposto dalla società statunitense Millennium challenge corporation (Mcc) per un valore di oltre 200 miliardi di dollari. Secondo un portavoce dell’ambasciata statunitense a Pristina, il collegamento tra le reti per il trasporto di gas naturale di Kosovo e Macedonia del Nord sarebbe un fattore cruciale per la crescita economica in quanto le infrastrutture adeguate sono un elemento chiave per tale sviluppo. Il portavoce ha parlato della possibilità di avviare tale progetto nel 2022: “Questo progetto non è legato al Gas naturale liquefatto (Gnl) o ad altra fonte energetica statunitense. Questo darebbe al Kosovo la possibilità di utilizzare il gas come fonte di transito fino a quanto non passerà all’idrogeno”, ha affermato il portavoce.



Nella conferenza stampa tenutasi venerdì scorso, il ministro dell’Economia kosovaro Artane Rizvanolli ha menzionato i piano portato avanti dal governo di Pristina per la costruzione delle infrastrutture del gas. “Siamo stati in contatto continuo con i partner, specialmente con la statunitense Millennium challenge corporation (Mcc)“, ha dichiarato Rizvanolli secondo cui questa azienda ha stanziato 200 milioni di dollari che saranno usati per la costruzione parziale di questa infrastruttura volta a collegare la rete del gas kosovara con quella macedone. Il ministro ha infatti spiegato che Mcc non finanzierà l’intero progetto, ma solo una parte, in quanto “abbiamo a che fare con un investimento ancora maggiore”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS