La Campania ha firmato un accordo per l’acquisto del vaccino russo Sputnik V

Lo ha dichiarato all'agenzia di stampa "Tass" Paolo Russo, capo ufficio stampa del presidente della Giunta regionale

grecia

La Campania ha firmato un accordo per l’acquisto del vaccino russo Sputnik V. Lo ha dichiarato all’agenzia di stampa “Tass” Paolo Russo, capo ufficio stampa del presidente della Giunta regionale. Si tratta di accordi cosiddetti congelati, ovvero verranno attuati non appena l’Agenzia europea per i medicinali (Ema) approverà l’uso del preparato.



“Abbiamo concluso un accordo con il Fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif) ma è ancora congelato. Stiamo aspettando il permesso dell’Ema”, ha dichiarato Russo. Il capo ufficio stampa ha chiarito che la fornitura del vaccino Sputnik sarà pagata con fondi regionali.

“Cerchiamo di essere responsabili a Pasqua se ci diamo alla pazza gioia tra un mese e mezzo dobbiamo chiudere tutto. Stringiamo i denti ma cerchiamo di capire che qualche sacrificio in più ci serve ad aprire per sempre e superare meccanismo mezze misure che ha esaurito gli italiani e le categorie economiche”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca in una diretta social. Intanto, a fronte di 18.599 tamponi effettuati nella Regione sono stati scoperti 1.947 nuovi casi di contagio. Di questi, 1.250 sono asintomatici e 697 sono pazienti con sintomi. Si sono registrate inoltre 2.894 guarigioni e 42 morti.



Leggi altre notizie su Nova News
Seguici su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram