La Cina ha testato un missile ipersonico con tecnologia ritenuta “impossibile”

E' quanto emerge da un rapporto pubblicato dal quotidiano "Financial Times"

missile ipersonico cinese

La Cina ha effettuato il collaudo di un missile ipersonico da un velivolo già in volo ad almeno cinque volte la velocità del suono. E’ quanto emerge da un rapporto pubblicato dal quotidiano “Financial Times”, secondo cui gli esperti di armamenti statunitensi non sono ancora in grado di stabilire come Pechino abbia conseguito un simile risultato, ritenuto sino a questo momento tecnologicamente irrealizzabile. Il collaudo sarebbe avvenuto lo scorso luglio, ma la natura rivoluzionaria delle sue implicazioni tecnologiche sarebbe emersa solo nei mesi successivi.



Secondo il quotidiano britannico, la Cina ha lanciato dapprima un veicolo di rientro planante ipersonico (hgv) a bordo di un missile balistico intercontinentale; l’Hgv, un tipo di testata sperimentale sviluppata anche negli Usa e in Russia per agire direttamente come sistema d’arma, sarebbe rientrato nell’atmosfera terrestre diretto verso un obiettivo simulato ad una velocità cinque volte superiore a quella del suono, recando al proprio interno un altro missile balistico che ha successivamente sganciato in volo sui cieli del Mar Cinese Meridionale.

Nel corso del collaudo effettuato lo scorso luglio, il missile non sarebbe stato lanciato contro un obiettivo specifico, ma si sarebbe inabissato in mare.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS