La Coppa America non si disputerà in Colombia, a rischio anche l’Argentina

La Confederazione sudamericana del calcio comunicherà nei prossimi giorni la nuova sede

coppa america - calcio

La Coppa America di calcio in programma dall’11 giugno al 30 luglio non si disputerà in Colombia e ci sono incertezze anche per l’altro Paese ospitante, l’Argentina. La Confederazione sudamericana del calcio (Conmebol) ha respinto infatti la richiesta del governo di Bogotà di rinviare a novembre il principale torneo regionale per selezioni nazionali e ha annunciato che comunicherà “nei prossimi giorni” la nuova sede dove verranno disputati gli incontri che erano previsti in Colombia. In un comunicato diramato nelle ultime ore di giovedì (ora locale), la Conmebol rende noto che “per ragioni legate al calendario internazionale e alla logistica del torneo risulta impossibile rinviare la Coppa America 2021 a novembre”. Dopo aver ringraziato il presidente Ivan Duque e la Federazione colombiana di calcio, la nota riferisce che “la Conmebol garantisce lo svolgimento del torneo e informerà nei prossimi giorni la ri-localizzazione delle partite che si sarebbero dovute disputare in Colombia”. Il governo di Bogotà aveva chiesto un rinvio sia per la situazione epidemiologica legata alla pandemia Covid-19 che per il conflitto sociale che attraversa il paese dalla fine di aprile.



Se la sede della Colombia è ufficialmente saltata, anche quella dell’Argentina è a rischio. Il Paese sta affrontando in questi giorni il picco della seconda ondata della pandemia, con record di contagi e decessi nell’ultima settimana e il governo ha decretato una nuova serrata a partire da sabato 22 e fino al 30 maggio. Il presidente Alberto Fernandez, fino ad oggi ha confermato la sua disponibilità ad ospitare il torneo come prefissato, ma in questo contesto il sindaco della città di Buenos Aires, Horacio Rodriguez Larreta, ha già dichiarato da parte sua di non voler ospitare la Coppa a causa della situazione critica dei contagi e la saturazione delle strutture sanitarie della capitale. Gli stadi argentini in cui sono già programmati incontri sono il Monumental del River Plate, a Buenos Aires, il Mario Kempes a Cordoba, lo Stadio Unico di La Plata, il Malvinas Argentina di Mendoza e lo Unico di Santiago del Estero. Tenendo conto del fattore epidemiologico e dei progressi dal punto di vista della vaccinazione, se anche la sede argentina dovesse saltare i paesi in migliori condizioni di ospitare il torneo nella regione sarebbero ad oggi il Cile e l’Uruguay.

 



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici anche sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram