La Corea del Nord ha importato campioni di vaccini da Cina e Russia

I campioni di vaccino sarebbero oggetto di studio da parte degli scienziati

grecia

La Corea del Nord ha importato alcuni campioni di vaccini contro la Covid-19 da Russia e Cina, che sta utilizzando a fini di ricerca e sviluppo, e non per l’inoculazione diretta alla popolazione. Lo riferisce il portale d’informazione “Daily NK”, che cita una “fonte di alto livello”.



I campioni di vaccino sarebbero oggetto di studio da parte degli scienziati dei laboratori di biologia presso la Kim Il Sung University e altri istituti di ricerca nordcoreani, che starebbero tentando di sintetizzare delle repliche. “Daily NK” non ha ricevuto dalle fonti indicazioni precise in merito ai produttori dei campioni di vaccini a disposizione di Pyongyang.

Secondo recenti resoconti dei media russi, la Corea del Nord ha ricevuto alcune dosi del vaccino Sputnik V a fini di sperimentazione, anche se l’ambasciata russa a Pyongyang ha confutato tale indiscrezione, affermando che “i confini della Repubblica Popolare di Corea restano chiusi”.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici anche sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram