La sindaca di Parigi Hidalgo: “Lo Stato deve farsi carico dei tossicodipendenti”

Situazione grave nel quartiere di Stalingrado, ribattezzato con il nomignolo "Stalincrack"

Hidalgo

Spetta allo Stato “farsi carico dei tossicodipendenti”. Lo ha detto in un’intervista al quotidiano “Le Figaro” la sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, commentando la situazione molto grave in corso nel quartiere di Stalingrado della capitale francese, dove i residenti locali protestano contro i problemi generati dal consumo di crack nelle strade. “Sono molto arrabbiata”, ha detto Hidalgo che di fatto punta il dito contro il governo. “La lotta al narcotraffico spetta allo Stato”, ha ribadito la sindaca parigina, che ha descritto come “irrisori” i 400 posti letto proposti nel piano sull’assistenza ai tossicodipendenti del governo e si rammarica per le mancate risposte “ai suoi allarmi” da parte della prefettura regionale e dell’agenzia sanitaria regionale. “Non prendetevela con me per la situazione come si voleva fare con i campi per i migranti di La Chapelle”, ha detto Hidalgo. “Non ci si può accontentare di una politica a breve termine” che consiste nel “trasferire il problema da un quartiere all’altro”, ha detto la sindaca ed esponente del Partito socialista. “Non è accettabile che lo Stato lasci che la situazione si aggravi e non fermi gli spacciatori”, ha detto Hidalgo, chiedendo inoltre “un piano antidroga degno di questo nome”.



L’appello di Hidalgo dopo i fatti di “Stalincrack”

All’inizio del mese, la procura di Parigi ha aperto un’indagine dopo che sono stati sparati dei fuochi d’artificio contro un gruppo di fumatori di crack riuniti in strada nel quartiere di Stalingrado, ribattezzato da alcuni con il nomignolo “Stalincrack”. Il timore è che si potrebbe verificare un’escalation di violenza fra spacciatori e consumatori, da un lato, e i residenti locali, esasperati dalla situazione. Evacuati lunedì da piazza Stalingrado, i fumatori di crack sono stati temporaneamente raggruppati nei giardini di Éole, sotto la sorveglianza della polizia. Il municipio di Parigi, tuttavia, respinge la possibilità che questo parco venga “sacrificato” facendolo diventare un’area di degrado.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici anche sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram