L’America Latina rischia di vedere cancellati i progressi socio-economici degli ultimi decenni

E' quanto si legge nell’outlook economico pubblicato oggi dall'Ocse

america latina

La regione dell’America latina e dei Caraibi è stata la più colpita dal Covid-19 e rischia di vedere cancellati i progressi socio-economici degli ultimi decenni. È quanto si legge nell’outlook economico sull’America Latina pubblicato oggi dall’Organizzazione per la cooperazione economica e lo sviluppo (Ocse), la Commissione economica delle Nazioni Unite per l’America latina e i Caraibi (Eclac), la Banca di sviluppo dell’America Latina (Caf) e la Commissione europea. Secondo lo studio la regione ha registrato una recessione economica storica nel 2020.



Il prodotto interno lordo (Pil) si è contratto di circa il 7 per cento. Nonostante un rimbalzo di circa il 6 per cento nel 2021, il Pil pro capite non dovrebbe tornare ai livelli pre-crisi prima del 2023-24. L’impatto della crisi, prosegue il rapporto, è stato asimmetrico, colpendo in particolare i gruppi più vulnerabili. Di conseguenza, i livelli di povertà ed estrema povertà sono ai massimi da 20 e 12 anni rispettivamente.

Quasi il 40 per cento dei lavoratori, si legge, non aveva protezione sociale all’inizio della crisi, in quanto, in media, oltre il 50 per cento dei lavoratori nella regione lavora in modo informale.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram