Legge di Bilancio, incontro tra Draghi e i sindacati: non c’è intesa sulle pensioni

Sbarra (Cisl): "Confronto insufficiente, si va verso le mobilitazioni"

nuovo dpcm

Terminato l’incontro a palazzo Chigi tra il governo e i sindacati sulla legge di Bilancio. Per il momento non è stata raggiunta un’intesa sulle pensioni. Questa legge di Bilancio “rischia di venire avanti con grandi insufficienti e squilibri per la mancanza di un confronto con il sindacato e le parti sociali. Riteniamo insufficiente il confronto e nelle prossime ore decideremo come dare luogo ad una fase di mobilitazioni con manifestazioni a sostegno delle nostre posizioni”. Lo ha affermato il segretario della Cisl, Luigi Sbarra, lasciando palazzo Chigi. Secondo Sbarra, è un bene l’allargamento dell’Ape sociale e Opzione Donna, o il rafforzamento del fondo sanitario, ma c’è il giudizio di assoluta insoddisfazione sulle insufficienti risorse programmate per finanziare la riforma degli ammortizzatori sociali. Inoltre, ha aggiunto Sbarra, non ci sono risorse adeguate sulla legge per la non autosufficienza. Infine, “abbiamo posto il tema delle pensioni: è sbagliato ritenerle un lusso, un pregio o una regalia. Per noi sono un diritto fondamentale. Abbiamo chiesto misure di flessibilità sull’uscita dal lavoro a partire da 62 anni”, ha aggiunto. “L’incontro non è andato bene e per quel che riguarda continuiamo a sostenere che questo è il tempo di dare soldi a lavoratori e pensionati con il taglio del cuneo fiscale”. Lo ha affermato il segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri. “Il sindacato deciderà nei prossimi giorni forme di mobilitazione”, ha aggiunto.



Il confronto riprenderà comunque domani per approfondire alcuni aspetti specifici. Domani dalle 10:30 alle 11:30 ci sarà un altro incontro dei sindacati con il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ma in vista del G20 del Lavoro, chiariscono fonti sindacali. A questo incontro, a quanto si apprende, parteciperanno infatti anche i leader delle confederazioni sindacali internazionali. Intanto si va verso un Consiglio dei ministri, a quanto si apprende, per varare un nuovo decreto sulle procedure e i progetti del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). L’incontro si dovrebbe tenere domani. Stasera, invece, potrebbe riunirsi il pre-Consiglio.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS