L’Iraq raddoppia il volume del combustibile promesso al Libano

La decisione dovrà essere attuata “il più rapidamente possibile”

iraq

Il governo dell’Iraq ha approvato all’unanimità l’aumento del volume di combustibile per centrali elettriche destinato al Libano dalle 500 mila tonnellate previste inizialmente a un milione di tonnellate.



Secondo il portavoce dell’esecutivo di Baghdad e ministro della Cultura, Hassan Nazim, la decisione dovrà essere attuata “il più rapidamente possibile”, date le gravi circostanze che il Libano attraversa attualmente.

Lunedì scorso, 7 giugno, il ministro uscente dell’Energia di Beirut, Raymond Ghajar, ha annunciato che grazie a un cospicuo “anticipo” finanziario approvato dal governo il Paese riuscirà ad acquistare il combustibile mancante e ritornare progressivamente alla normalità nell’approvvigionamento di energia elettrica, che assiste da settimane a riduzioni e razionamenti.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram