Macron oggi a Pretoria, atteso il lancio dell’iniziativa per la produzione di vaccini in Africa

Il presidente francese ha lasciato il Ruanda per dirigersi in Sudafrica

francia repubblica centrafricana-macron

Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha lasciato il Ruanda per dirigersi in Sudafrica, seconda tappa del suo tour in Africa australe. Secondo quanto riferisce l’Eliseo in una nota, Macron è atteso alle 12:30 all’aeroporto di Johannesburg da dove volerà a Città del Capo: qui sarà accolto dall’omologo Cyril Ramaphosa, con il quale avrà in seguito un colloquio bilaterale. Nel pomeriggio Macron sarà all’Università di Pretoria per la cerimonia di lancio dell’iniziativa a sostegno della produzione di vaccini per l’Africa nel campus “Future Africa”, mentre in serata parteciperà alla cena di Stato ospitata dalla presidenza sudafricana. Domani mattina il capo dell’Eliseo visiterà la Fondazione Nelson Mandela e avrà un colloquio con il direttore generale Sello Hatang. La visita di Macron in Sudafrica si inserisce nella continuità del lavoro che i due Paesi hanno intrapreso per rispondere alla crisi sanitaria ed economica del Covid-19 in Africa, in particolare per quanto concerne l’iniziativa Act-A (Access to Covid-19 Tools Accelerator), di cui il Sudafrica detiene la co-presidenza. La visita sarà focalizzata in particolare sulle questioni della salute globale e sulla cooperazione internazionale nella lotta al Covid-19, con l’atteso annuncio del lancio di un’iniziativa “senza precedenti” a sostegno della produzione di vaccini per l’Africa.



Partner strategico dal punto di vista commerciale, il Sudafrica ricopre inoltre in questo periodo un ruolo chiave nella lotta alla pandemia di Covid-19 o meglio nella strategia di riduzione del rischio della sua diffusione. Con il triste primato di essere stato ininterrottamente il primo Paese per numero di contagi e di decessi – oltre 54 mila – in Africa dall’inizio della pandemia ad oggi, il Sudafrica vuole di iniettare oltre 5 miliardi di dollari nel suo piano di ripresa post pandemico. Con il suo omologo Cyril Ramaphosa, Emmanuel Macron ha istituito una prima risposta collettiva alla pandemia in Africa attraverso l’iniziativa Covax e sotto la supervisione dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Secondo le informazioni di “Financial Afrik”, obiettivo della visita sudafricana sarà più in generale quello di ristabilire un legame forte con il secondo – dopo la Nigeria – motore industriale dell’Africa, nel tentativo di risollevare la quota di mercato francese nel Paese e di far tornare la bilancia commerciale ai livelli degli scorsi anni. Da 966 milioni di euro nel 2015, infatti, la bilancia commerciale tra Francia e Sudafrica si è ridotta nel 2019 a soli 328 milioni di euro, con una quota di esportazioni francesi che è pari al solo 0,3 per cento in Sudafrica e al 16 per cento in tutto il continente africano. In visita a Pretoria lo scorso novembre, il ministro francese del Commercio estero Franck Riester ha annunciato di voler superare i 3 miliardi di euro di scambi entro cinque anni.



 

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici anche sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram