Madagascar: il presidente Rajoelina sopravvissuto ad un tentativo di assassinio

Arrestati due ex ufficiali francesi residenti nel Paese

Andry Rajoelina - Madagascar

Le due persone arrestate dalle autorità del Madagascar per il tentato assassinio del presidente Andry Rajoelina sono due ex ufficiali francesi residenti nel Paese, uno dei quali noto negli ambienti politici come possibile nuovo primo ministro. Lo ha annunciato il procuratore generale della Corte d’appello di Antananarivo, Berthine Razafiarivony, nel corso di una conferenza stampa tenuta per informare i media sul tentativo di assassinio del capo dello Stato, sventato dalle forze dell’ordine martedì 20 luglio. Secondo quanto riferisce il quotidiano reunionese “Temoignages”, il primo arrestato è Paul Maillot Rafanoharana, cittadino con la doppia nazionalità malgascia e francese ed il cui nome circolerebbe nei corridoi presidenziali per la carica di futuro premier. Noto per essere vicino a Rajoelina, Rafanoharana è un ex ufficiale della gendarmeria francese, così come il secondo fermato dalle autorità nell’ambito delle indagini avviate sui fatti: si tratta di Philippe Marc François, un ex colonnello dell’esercito francese che ha prestato servizio in Ciad ed in Costa d’Avorio. Mancano, tuttavia, informazioni sulla dinamica dello sventato attacco al capo dello Stato.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS