Mar Cinese Meridionale: incidente Uss Connecticut causato da montagna sottomarina

Il sottomarino statunitense operava in acque contese al momento della collisione

uss connecticut mar cinese meridionale

Il sottomarino a propulsione nucleare della Marina militare Usa protagonista di una collusione con un “oggetto non identificato” il mese scorso, mentre navigava in immersione nel Mar Cinese Meridionale, ha urtato una montagna sottomarina che non figurava sulle mappe dei fondali. Lo ha dichiarato all’emittente televisiva “Cnn” un portavoce della Settima flotta Usa. Il sottomarino, l’Uss Connecticut, operava in acque contese al momento della collisione, il 2 ottobre scorso. Sino a ieri il Pentagono non aveva fornito ulteriori dettagli in merito all’incidente, che ha suscitato pesanti accuse da parte della Cina.



“L’indagine ha determinato che l’Uss Connecticut si è arenato su una montagna sottomarina mentre operava in acque internazionali nella regione indo-pacifica”, ha affermato il portavoce, confermando che dopo l’urto l’Uss Connecticut si è recato a Guam per condurre le prime ispezioni dello scafo. La Marina militare Usa afferma che il sottomarino classe Seawolf non abbia subito danni al sistema propulsivo, e che l’incidente non ha causato feriti tra i membri dell’equipaggio.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram