Massolo: “La Cina non ritiene legittimo e conveniente l’ordine mondiale liberale”

L'ambasciatore e presidente Ispi è intervenuto a un panel sui trent’anni del Triangolo di Weimar

Giampiero Massolo

Negli Stati Uniti si ritiene di aver perso la scommessa che voleva la Cina progressivamente integrata nel sistema di relazioni economiche internazionali. Lo ha detto l’ambasciatore Giampiero Massolo, presidente dell’Istituto per gli studi di politica internazionale (Ispi), intervenuto a un panel sui trent’anni del Triangolo di Weimar tenutosi all’ambasciata polacca a Roma. Gli Usa vedevano la Cina evolversi nel tempo “dal punto di vista della democratizzazione, entrando nell’ordine mondiale liberale”, ha spiegato Massolo.



La Cina “non è andata in questa direzione”, ha aggiunto, rilevando come questo ordine mondiale “non è più ritenuto né legittimo né conveniente dalla Cina”. Questo porta a un riarmo cinese e a una politica assertiva nel Mar Cinese Meridionale, alla questione dei diritti degli uiguri, agli eventi di Hong Kong e alla tensione con Taiwan, ha aggiunto l’ambasciatore.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram