Mattarella: “Il Paese è in un momento di rilancio, i giovani si mettano in gioco”

E’ questo il messaggio che il presidente della Repubblica ha mandato dall’aula magna dell’Università di Foggia

mattarella foggia

Dopo l’emergenza Covid, il Paese è in una fase di rilancio. C’è bisogno di una crescita costante e perciò sono importanti i giovani, che devono accettare la sfida e mettersi in gioco. E’ questo il messaggio che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha mandato dall’aula magna dell’Università di Foggia, dove oggi ha inaugurato l’anno accademico. Dopo aver ribadito che il diritto allo studio è espressione di libertà e eguaglianza, il capo dello Stato ha ricordato che l’Italia è in fase di ripresa. “Tutto il nostro Paese è in un momento di rilancio, di esigenza di ripresa e in questo ambito Foggia e il suo territorio si collocano in maniera perfettamente coerente – ha affermato -. C’è bisogno di un rilancio, di garantire ai giovani una prospettiva di vita, di realizzazione personale, di libertà ed eguaglianza e in questo territorio come ovunque le Università sono un punto decisivo”. Ma per far crescere il Paese è importante il ruolo dei giovani. “Il rappresentante degli studenti Bruno ha chiesto ai giovani di impegnarsi, di non tirarsi indietro, di accettare il rischio, di mettersi in gioco – ha sottolineato Mattarella –. Questo è in realtà l’orizzonte che tutto il nostro Paese si pone come obiettivo e di cui tutto il nostro Paese ha bisogno. La nuova generazione consente al nostro Paese di sperare in una crescita costante, nell’innovazione, nel senso di responsabilità, nel senso di uguaglianza, nel senso di libertà praticata e realmente vissuta”.



Mattarella si è soffermato anche sul contrasto alla criminalità organizzata. “L’Università è un presidio di cultura, è senso della convivenza, del rispetto degli altri – ha evidenziato -. Tutto questo è importante ovunque e in particolare in questo territorio di grande tradizione e di risorse che richiede un sostegno e un impegno importante anche da parte delle istituzioni nazionali. L’impegno di contrasto alla criminalità organizzata, l’impegno per sconfiggerla, per eliminarne la presenza richiede diverse elementi. Accanto all’elemento prezioso e indispensabile dell’attività di prevenzione e repressione affidata alla magistratura e alle Forze dell’ordine, accanto all’esigenza di pubbliche amministrazioni trasparenti ed efficienti, veloci nel fornire risposte alle esigenze dei cittadini, accanto alla necessità primaria di un’economia che cresce, e una crescita di posti di lavoro, di occupazione per rendere il tessuto sociale più forte, vi è un’azione fondamentalmente indispensabile, che è quella della formazione delle coscienze, sul fronte della lotta alla criminalità organizzata è decisiva”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS