Mattarella: “Il Pnrr è un’occasione significativa per riprogettare il Paese”

Lo ha detto il presidente della Repubblica nel suo intervento in occasione dell'Assemblea Anci 2021

“Il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) è un’occasione significativa per riprogettare il Paese, per il cambiamento, per ridurre ed eliminare i divari tra realtà urbane e zone rurali, per mettere in valore risorse come quelle montane, da tempo esposte al declino. È una sfida difficile che ci costringe a ripensare modelli di vita, distribuzione e accesso ai servizi, dopo decenni in cui la spinta al risparmio di risorse pubbliche, ha inciso profondamente e non sempre raggiungendo gli obiettivi”. Lo ha sottolineato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo intervento in occasione dell’Assemblea Anci 2021, a Parma, dal titolo “Rinasce l’Italia. I Comuni al centro della nuova stagione”.



“Le istituzioni comunali hanno dato risposte a persone e imprese, a famiglie e ad attività economiche in affanno, e adesso le stanno accompagnando nella ripartenza, avendo presenti squilibri antichi che si sono aggravati e nuove linee di frattura che sono comparse. I Comuni hanno contribuito a una risposta delle istituzioni e del Paese, una risposta collettiva che è divenuta nei mesi sempre più convergente. Non era scontato”. Ha evidenziato il presidente della Repubblica.“Di questa leale collaborazione è giusto dare atto ai sindaci, all’Anci – ha aggiunto il capo dello Stato -. La solidarietà si è dimostrata, oltre che un valore civile di primaria grandezza, una forza essenziale per progredire. Preziosa si è dimostrata l’articolazione istituzionale del nostro Paese, con le sue tradizioni municipali. I Comuni, le Regioni, le Province, i diversi territori, con le espressioni sociali, con i corpi intermedi, con le piccole e medie imprese accanto alle più grandi, con l’associazionismo e il volontariato. Siamo stati colpiti più duramente di altri nella prima fase della pandemia, ma la nostra ricca conformazione sociale si è espressa positivamente nell’azione comune e sta prevalendo”. Mattarella ha continuato: “Non possiamo rimuovere le cautele, perché abbiamo oggi davanti a noi opportunità inedite e grandi potenzialità, che hanno acquisito caratteri di concretezza grazie anche a scelte europee di alto valore politico. Dobbiamo essere in grado di trasformare le opportunità in realizzazioni capaci di migliorare il nostro modello sociale, di accelerare nelle transizioni ecologica e digitale, di offrire alle giovani generazioni una società non compromessa da ipoteche insostenibili”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS