Algeria-Italia: il presidente Mattarella inaugura il Giardino Enrico Mattei ad Algeri

Il capo dello Stato ha svelato una targa commemorativa del fondatore dell’Eni

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inaugurato questa mattina ad Algeri, la capitale dell’Algeria, il Giardino Enrico Mattei situato nel quartiere residenziale del municipio di Hydra, non lontano dall’ambasciata d’Italia. Ad accogliere la delegazione italianano c’era il governatore della municipalità di Algeri, Youcef Chorfa, e il ministro dei Moudjahidine e degli Aventi diritto, Laid Rebigua. Il capo dello Stato, accompagnato dal ministro degli Affari degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, ha svelato una targa commemorativa del fondatore dell’Eni. “Personalità italiana, amico della rivoluzione algerina, difensore tenace e convinto della libertà e dei valori democratici, impegnato a favore dell’indipendenza del popolo algerino e del completamento della sua sovranità”, reca l’iscrizione della stele commemorativa in lingua araba e in italiano.



In Algeria, ad Enrico Mattei è largamente riconosciuto un altissimo ruolo di sostegno, amicizia e vicinanza durante gli anni della guerra di liberazione nazionale (1954-1962). Infatti, Mattei ha storicamente sostenuto sia il Fronte di liberazione nazionale sia il Governo provvisorio della Repubblica algerina, al quale ha fornito un apporto significativo all’interno dei negoziati degli Accordi di Evian. Il suo nome evoca anche il numero elevato di studenti algerini, futuri quadri e dirigenti dell’industria petroliera ed energetica, formati su sua iniziativa nelle scuole dell’Eni a San Donato Milanese. L’intitolazione di un luogo pubblico di Algeri a Mattei – una prima in assoluto nel Paese – sancisce l’istituzione di un prestigioso luogo intitolato a un italiano e all’italianità nel cuore della capitale. La figura di Enrico Mattei “simboleggia in maniera molto forte la lunga amicizia tra Algeria e Italia”, ha detto ieri Mattarella in alcune dichiarazioni alla stampa a fianco del presidente algerino Abdelmajid Tebboune.



 

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS