Migranti, il leader bielorusso Lukashenko: “Nuove sanzioni Ue non saranno perdonate”

L'Unione europea sta valutando l'introduzione del cosiddetto quinto pacchetto di sanzioni contro Minsk

lukashenko

La Bielorussia “non perdonerà” l’Unione europea in caso di introduzione di nuove sanzioni contro Minsk con il pretesto della crisi dei migranti. Lo ha dichiarato il leader bielorusso, Aleksandr Lukashenko, rivolgendosi direttamente al primo ministro bielorusso, Roman Golovchenko. Le istituzioni dell’Unione europea stanno valutando l’introduzione del cosiddetto quinto pacchetto di sanzioni contro la Bielorussia, sullo sfondo dell’aggravamento della crisi dei migranti al confine della Bielorussia con Polonia e Lituania.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS