Milionaria abbandonata a letto tra gli escrementi, si indaga sulla badante

63 anni, mentalmente instabile, fragile e sola ma proprietaria di un patrimonio milionario

Una donna di 63 anni, mentalmente instabile, fragile e sola ma proprietaria di un patrimonio milionario, viveva in condizioni igienico sanitarie raccapriccianti nonostante fosse affidata ad una persona che, oltre ad amministrare i suoi beni, avrebbe dovuto accudirla e sostenerla. Ad accorgersi di lei sono stati gli agenti della polizia locale di Roma Capitale che, la scorsa mattina hanno eseguito alcuni provvedimenti di perquisizione e sequestro delegati dalla Procura della Repubblica di Roma, al fine di cristallizzare le prove dei reati relativamente ad un gruppo di persone che, si ipotizza, possa essersi approfittato della donna.



La 63enne allettata, secondo quanto riferito dagli investigatori, viveva in mezzo ai suoi escrementi e veniva nutrita con patatine e coca-cola, nonostante fosse diabetica, fino a necessitare di ricovero in codice rosso il mese scorso. Una condizione che stride con il ricco patrimonio mobiliare ed immobiliare che la donna possiede, oltre che della pensione.

Per questo gli inquirenti si stanno concentrando sulle persone che le ruotano attorno, oltre al badante, anche l’agente immobiliare che si sarebbe occupato della vendita di alcuni suoi immobili di pregio a prezzi considerati bassissimi o addirittura irrisori.



Indagini anche sui movimenti nel conto corrente della donna da cui sembrerebbero esserci importanti ammanchi. Gli agenti del VII Gruppo Tuscolano della Polizia Locale di Roma coadiuvati dalla Direzione coordinamento attività operativa di sicurezza urbana, Sociale ed emergenziale, hanno quindi avviato scrupolosi accertamenti ed esaminato migliaia di documenti, provenienti da tutta la penisola, i cui risultati hanno portato alle operazioni della mattina scorsa. Hanno inoltre provveduto ad assicurare la signora in una struttura riabilitativa protetta, proseguendo le indagini al fine di accertare le responsabilità di tutti i soggetti coinvolti.

Leggi altre notizie su Nova News
Seguici su FacebookTwitterLinkedInInstagram