Minacciava imprenditori per avere denaro: arrestato maresciallo della Finanza

L'ordinanza è stata emessa dal Tribunale di Napoli Nord

finanza

La Guardia di finanza di Napoli ha arrestato un maresciallo del Corpo in servizio in una compagnia partenopea e un altro soggetto residente a Casoria. L’ordinanza è stata emessa dal Tribunale di Napoli Nord a seguito delle indagini avviate dagli stessi finanzieri in relazione ad alcuni indizi concernenti episodi di concussione risalenti agli anni 2019 e 2020 ai danni di alcuni imprenditori del Napoletano.

Sotto il coordinamento della Procura di Napoli Nord, la sezione anti corruzione delle Fiamme gialle ha approfondito le informazioni raccolte a carico del pubblico ufficiale indagato, “il quale – spiegano gli inquirenti – per non esporsi in prima persona, si sarebbe avvalso di un’altra persona per minacciare alcuni contribuenti di controlli fiscali da cui sarebbe potuta scaturire la chiusura o la sospensione delle loro attività commerciali”.

Secondo chi ha condotto le indagini, le minacce sarebbero state finalizzate a “costringere gli imprenditori a dare o promettere denaro od altra utilità per scongiurare conseguenze nefaste per le proprie attività”. Per entrambi gli indagati è stata quindi disposta la custodia cautelare in carcere. Inoltre, il militare risulta indagato anche per i reati di falso, calunnia e collusione in contrabbando, ed è stato immediatamente sospeso dall’impiego.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici anche sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram