Missione in Libano, al via la campagna “Together against Covid”

I peacekeepers del Sector West di Unifil, a guida Brigata alpina "Taurinense", al fianco delle popolazione libanese

libano

Con le recenti consegne di un consistente quantitativo di Dpi e materiale sanitario alle tre unioni delle municipalità di Tiro, Bint Jubayl e Tibnin, nel sud del Libano, è entrata nel vivo la campagna “Together against Covid”, con la quale i peacekeepers del Sector West di Unifil – a guida Brigata alpina “Taurinense” – hanno unito gli sforzi con le autorità locali civili e militari per ottimizzare le risorse da destinare alla popolazione e alle organizzazioni sanitarie libanesi, stremate da mesi di difficoltà dovute alla pandemia. Lo riferisce oggi un comunicato stampa. La campagna, che vede coinvolti le Forze armate libanesi (Laf) e le unità operative internazionali Unifil del Sector West (irlandesi, ghanesi, malesi, coreani e italiani) si svilupperà sia attraverso il supporto diretto con la fornitura di Dpi e materiale sanitario, sia con la realizzazione di prodotti informativi cartacei e messaggi multimediali da veicolare tramite social media per raggiungere ogni strato della popolazione, tramite un tavolo tecnico che vedrà coinvolti contemporaneamente il Cimic, la gender advisor, ufficiali medici, psicologi e la pubblica informazione.



Nel corso delle ultime settimane infatti, gli specialisti del Cimic Group di Motta di Livenza hanno pianificato e coordinato, attraverso un confronto continuo con le Forze armate libanesi e le unioni delle municipalità sulle quali insiste l’area di responsabilità italiana, una distribuzione maggiormente mirata alle esigenze della popolazione e delle organizzazioni preposte all’assistenza e al soccorso. Il coinvolgimento diretto delle istituzioni locali consentirà di essere maggiormente aderenti alle necessità del territorio. Grande soddisfazione è stata espressa dai presidenti delle municipalità, che hanno rimarcato quanto sia importante il lavoro di collaborazione e sostegno delle forze di Unifil. Unitamente al monitoraggio della cessazione delle ostilità e al supporto alle Forze armate libanesi, il sostegno alle autorità locali e alla popolazione è infatti tra i compiti principali assegnati a Unifil dalla risoluzione 1701 delle Nazioni Unite, e i caschi blu della Brigata Alpina “Taurinense” si stanno adoperando senza risparmio in tal senso in un momento storico senza precedenti per il Libano.