Montenegro: proteste contro il vescovo metropolita a Cetinje, polizia usa gas lacrimogeni

Le autorità di Belgrado hanno espresso preoccupazione per la sicurezza dell'intronizzazione

montenegro - Cetinje

La polizia del Montenegro ha usato gas lacrimogeno nelle proteste contro l’intronizzazione del vescovo metropolita della Chiesa ortodossa serba Joanikije a Cetinje. Lo riferisce la stampa locale. Le forze dell’ordine hanno così agito contro i manifestanti perché stavano bloccando l’ingresso alla città, ex capitale del Montenegro. Joanikije sarà intronizzato quest’oggi nel monastero locale ma l’evento ha attirato le ire dei nazionalisti, che ritengono i sacerdoti della Chiesa ortodossa serba solamente utili a estendere l’influenza della Serbia sul Paese. Sia il ministero dell’Interno montenegrino che le autorità di Belgrado hanno espresso preoccupazione per la sicurezza dell’evento.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram