Natale: scatta la corsa ai regali per 14,8 milioni di italiani

E' quanto emerge dall'indagine Coldiretti-Ixè diffusa in occasione del primo weekend di shopping natalizio

natale mercatini coldiretti green pass

Scatta la corsa ai regali per i 14,8 milioni di italiani che acquistano i doni di Natale almeno con un mese di anticipo, per approfittare delle offerte promozionali, ma anche per mettersi al riparo rispetto al rischio di possibili misure di restrizione legate all’avanzare dei contagi. E’ quanto emerge dall’indagine Coldiretti-Ixè diffusa in occasione del primo weekend di shopping natalizio che in molte città si avvia con vie contingentate, l’obbligo delle mascherine anche all’aperto nei centri storici e l’incubo della nuova variante Omicron.



Con la pandemia si consolida quest’anno – si legge in una nota – la tendenza a pianificare attentamente lo shopping delle feste senza attendere gli ultimi giorni, anche per avvantaggiarsi delle promozioni del black friday e del cyber monday. La tendenza ad anticipare i regali è solo un esempio di come la preoccupazione dell’evolversi della pandemia e le scelte fatte per fermare la crescita dei contagi, con il green pass rafforzato, stanno condizionando – sottolinea la Coldiretti – i comportamenti degli italiani, dal boom degli acquisti on line alla programmazione dei cenoni fino alle prenotazioni delle vacanze per le quali si evidenziano preoccupanti ritardi, anche se le ultime scelte del governo hanno rappresentato un passo importante per sostenere la ripresa in atto e non fermare l’economia ed il lavoro in un momento particolarmente importante dell’anno per settori fortemente colpiti dalla pandemia. L’obiettivo è garantire un Natale normale per la convivialità degli italiani e, con esso, salvare l’economia e l’occupazione grazie ai 14,1 miliardi spesi dai cittadini durante le feste di cui la quota maggiore è destinata proprio ai regali (40 per cento), seguiti da cibo (28 per cento), viaggi (19 per cento) e intrattenimenti, dal cinema ai teatri (11 per cento), secondo le elaborazioni della Coldiretti su dati Deloitte relativi alle ultime festività prima della pandemia.

Da segnalare in questo contesto – continua la Coldiretti – la preferenza accordata all’acquisto di prodotti made in Italy anche per aiutare l’economia nazionale e garantire maggiori opportunità di lavoro a sostegno della ripresa dopo la pandemia. Tra i prodotti più gettonati ci sono tecnologia, abbigliamento, giocattoli, prodotti di bellezza ed anche quest’anno l’enogastronomia per la tendenza a fare acquisti utili sotto la spinta dalla pandemia. Una emergenza che – prosegue la nota – ha favorito l’affermarsi di uno stile di vita attento alla riscoperta della tradizione a tavola che si esprime con la preparazione fai da te di ricette personali per serate speciali o con omaggi per gli amici che ricordano i sapori e i profumi della tradizione del territorio. Nei mercati degli agricoltori di Campagna amica lungo tutta la Penisola il weekend – conclude la Coldiretti – è dedicato all’olio extravergine di oliva, simbolo della dieta mediterranea ed elisir di lunga vita, per far conoscere la ricchezza del patrimonio nazionale che rappresenta anche un apprezzato omaggio per arricchire le tavole delle feste.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS