Nuova notte di violenza in Irlanda del Nord, attacchi contro la polizia a Belfast

Settima notte di scontri di fila nella capitale nordirlandese

Belfast

Una nuova notte di violenza e attacchi contro la polizia ha avuto luogo nella capitale nordirlandese Belfast, per quella che è la settima notte di scontri di fila in Irlanda del Nord. Come riporta l’emittente “Bbc”, le violenze si sono concentrate su entrambi i lati di una serie di incroci che dividono aree unioniste e aree repubblicane della città. Per la prima volta in sei anni, la polizia ieri notte si è vista costretta a utilizzare dei cannoni ad acqua per disperdere la folla, che ha reagito con bombe incendiarie, fuochi d’artificio e lanci di pietre. La ministra della Giustizia nordirlandese, Naomi Long, ha riferito che è “tremendamente folle e deprimente vedere ulteriore violenza nelle aree di confine”, sottolineando come questi non servono a “ottenere nulla, e porta solo paura e timore alle porte dei cittadini che meritano molto di meglio”. Long ha chiesto che la violenza “si fermi prima che si perdano delle vite”.



Da più parti si chiede che il consiglio comunale di Belfast si riunisca in seduta straordinaria nella giornata di oggi per discutere dei continui disordini. Tutti i partiti hanno invitato alla calma e chiesto ai propri elettori e sostenitori di ritirarsi, e chiedendo di “tornare a casa”. La leader del partito nazionalista repubblicano Sinn Féin, Mary Lou McDonald, ha chiesto di “abbandonare urgentemente l’area (degli scontri) e che i genitori contattino i propri figli”. La protesta di ieri notte segue quella di mercoledì, che in molti ufficiali di polizia hanno definito “le peggiori mai viste da diversi anni a questa parte”. Nell’ultima settimana, oltre 55 agenti di polizia sono stati feriti negli scontri.

Il presidente statunitense, Joe Biden, ha espresso “preoccupazione” in merito alle nuove violenze in Irlanda del Nord dopo una settimana di proteste che hanno causato il ferimento di 55 agenti di polizia. Secondo quanto riporta il quotidiano “The Times”, l”amministrazione Biden ha fatto appello alla calma ed espresso supporto per gli accordi commerciali post Brexit che Brandon Lewis, il ministro per l’Irlanda del Nord di Londra, ha ammesso ieri ha “minato la fiducia nel processo politico” con le sue difficoltà. Dopo la sessione di emergenza del parlamento nordirlandese di Stormont nella giornata di ieri, convocata in occasione delle eccezionali violenze a Belfast la notte prima, unionisti e nazionalisti repubblicani hanno emesso un raro comunicato stampa congiunto chiedendo la fine delle proteste e delle violenze, anche se un gruppo di unionisti non ha seguito le indicazioni dei leader.



Leggi altre notizie su Nova News
Seguici su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram