Nuova variante Covid, l’Italia vieta l’ingresso dal Sudafrica: l’ordinanza

Il ministro della Salute Speranza ha annunciato di aver firmato un'ordinanza che vieta l'ingresso in Italia da Sudafrica, Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Namibia, Eswatini e Malawi

roberto speranza

“Ho firmato una nuova ordinanza che vieta l’ingresso in Italia a chi negli ultimi 14 giorni è stato in Sudafrica, Lesotho, Malawi, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Namibia, Eswatini“. Lo afferma il ministro della Salute, Roberto Speranza. “I nostri scienziati sono al lavoro per studiare la nuova variante B.1.1.529. Nel frattempo seguiamo la strada della massima precauzione”, aggiunge.



Gli scienziati del Sudafrica hanno rilevato una nuova variante di Covid-19 con più mutazioni, responsabile di un aumento del numero di contagi registrato nel Paese. “Purtroppo abbiamo rilevato una nuova variante che è motivo di preoccupazione in Sudafrica”, ha detto il virologo Tulio de Oliveira in una conferenza stampa. La variante, denominata B.1.1.529, “ha un numero molto elevato di mutazioni e sfortunatamente sta causando una ripresa dei contagi”, ha aggiunto, precisando che la stessa variante è stata rilevata anche in Botswana e a Hong Kong tra i viaggiatori provenienti dal Sudafrica. Il ministro della Sanità, Joe Phaahla, ha affermato che la variante rappresenta “seria preoccupazione” e si tema causerà un aumento “esponenziale” dei casi segnalati, rendendola “una grave minaccia”. L’Istituto nazionale per le malattie trasmissibili (Nicd) ha affermato che 22 casi positivi della variante B.1.1.529 sono stati finora registrati nel Paese dopo il sequenziamento genomico, aggiungendo che i casi rilevati e la percentuale di test risultati positivi stanno “aumentando rapidamente” in tre delle province del Paese, tra cui quella di Gauteng (dove si trovano Johannesburg e Pretoria). I contagi giornalieri in Sudafrica sono aumentate a più di 1.200 nelle ultime 24 ore rispetto alle circa 100 registrati a inizio mese. Prima del rilevamento della nuova variante, le autorità avevano previsto che una quarta ondata avrebbe colpito il Sudafrica a partire dalla metà di dicembre, a causa dei viaggi in vista delle festività natalizie. Lo scorso anno in Sudafrica fu rilevata la cosiddetta variante Beta del virus. Il Paese è quello con il più alto numero di contagiati in Africa con circa 2,95 milioni di casi registrati e 89.657 decessi.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS