Nuovo caccia russo Su-57, Rostec: “Chiamato Checkmate perché è come la cavalleria leggera”

Il direttore della holding Rostec, Sergej Chemezov, ha affermato che è in grado di compiere mosse inaspettate e decidere l'esito dell'intera partita

Su-57 - Russia

Il nuovo caccia russo Su-57, presentato ieri al salone dell’aerospazio di Mosca Maks-2021, è stato chiamato “Checkmate” perché è come la “cavalleria leggera”, ovvero in grado di compiere mosse inaspettate e decidere l’esito dell’intera partita. Lo ha affermato il direttore della holding statale Rostec, Sergej Chemezov, in un’intervista all’agenzia di stampa “Ria Novosti”. “La filosofia del progetto si riflette nel nome del mezzo: ‘Checkmate’ in inglese significa scacco matto. Rifacendosi alla terminologia degli scacchi, è come una ‘cavalleria leggera’, maneggevole, capace di compiere mosse inaspettate e decidere l’orientamento del gioco”, ha dichiarato Chemezov. Nello sviluppo del caccia di nuova generazione la società di produzione Sukhoi, controllata di Rostec, ha fatto ricorso all’impiego di supercomputer che hanno permesso di ridurre i tempi di lancio del prototipo. Il mezzo “ha un’architettura aperta ed è adattabile, può essere assemblato in diverse configurazioni, in base alle esigenze del cliente. Inoltre, la macchina ha un grande potenziale di modernizzazione”, ha spiegato il presidente della società statale.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS