Nuovo codice di condotta social in Vietnam, sono proibiti i post contro gli interessi dello Stato

Si incoraggiano le persone a pubblicare solo contenuti positivi sul Paese

vietnam

Il Vietnam ha introdotto delle linee guida nazionali per una corretta condotta sui social media, in base al quale gli utenti sono invitati a condividere solo “messaggi positivi” sul Paese e non è possibile pubblicare messaggi “contrari agli interessi nazionali”. Lo ha annunciato il ministero dell’Informazione in un comunicato, spiegando che il nuovo codice “incoraggia le persone a pubblicare contenuti positivi sul Paese, e richiede ai dipendenti statali di segnalare informazioni contrastanti ai loro superiori”.

Il codice proibisce i post che violano la legge e “colpiscono gli interessi dello Stato” e si applica alle organizzazioni statali, alle società di social media e a tutti i loro utenti in Vietnam. Secondo le nuove direttive, “gli utenti dei social media sono incoraggiati a promuovere la bellezza dei paesaggi, della gente e della cultura del Vietnam, e a diffondere buone storie di brave persone”.

Il Partito comunista al potere in Vietnam, infatti, mantiene uno stretto controllo sui media e negli ultimi anni ha inasprito le misure contro dissidenti e attivisti, alcuni dei quali stanno scontando lunghe pene detentive per contenuti pubblicati su Facebook o YouTube.

Nel novembre dello scorso anno, inoltre, le autorità vietnamite hanno minacciato di chiudere Facebook, se il gigante dei social media non avesse censurato i contenuti politici sgraditi al governo. Il nuovo codice chiede ai provider di social media in Vietnam di “trattare con gli utenti in conformità con la legge vietnamita” nel caso in cui le autorità richiedano di rimuovere i contenuti dalle loro piattaforme.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram