Omicidio Willy, l’avvocato Pica: “Fratelli Bianchi pronti a rispondere alla Corte”

Lo ha detto ad "Agenzia Nova" il legale dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi imputati nel processo a Frosinone per l'omicidio di Willy Monteiro Duarte

“Marco e Gabriele non si sottrarranno all’esame degli imputati” nel corso del processo in corso in corte d’assise a Roma, dove sono imputati per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte. Lo ha detto ad “Agenzia Nova” l’avvocato Massimiliano Pica, legale dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi imputati nel processo a Frosinone per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte. “Gabriele sostiene di non aver proprio toccato Willy. Poi tutti dicono che quando sono arrivati i fratelli Bianchi non stava accadendo nulla ma solo una discussione verbale. I fratelli Bianchi sostengono che quando sono arrivati hanno sentito” la discussione accesa “e di essersi preoccupati. Poi non dimentichiamo che hanno ricevuto dieci telefonate dai ragazzi” che sono andati a soccorrere. “Marco dice di aver colpito Willy a un fianco ma non era neanche sicuro di questo perché c’erano tantissime persone. Raccontano di non essere andati addosso a Willy per qualche fatto specifico, ma di aver trovato un gruppo di 30 o 40 ragazzi. Non c’entra nulla l’odio razziale”.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS