Paesi Bassi: da oggi i membri della famiglia reale possono sposare persone dello stesso sesso

Il via libera è arrivato dal primo ministro uscente, Mark Rutte

paesi bassi famiglia reale matrimonio

Il governo dei Paesi Bassi intende dare il via libera a eventuali matrimoni con persone dello stesso per i membri della famiglia reale olandese. Ad annunciarlo è stato il primo ministro uscente Mark Rutte, in una lettera di risposta a un’interrogazione parlamentare, come riferisce l’agenzia di stampa “Anp”. Nei Paesi Bassi è infatti il Parlamento ad approvare i matrimoni dei membri della casa reale. Nonostante i Paesi Bassi siano stati nel 2001 la prima nazione al mondo a regolarizzare i matrimoni fra persone dello stesso sesso, non è ancora capitato che qualche erede o membro della famiglia reale facesse tale richiesta. Rutte ha spiegato che l’esecutivo non vede alcun problema nel caso in cui si verificasse una situazione in cui un erede al trono intenda sposare una persona dello stesso sesso. Pertanto, ha proseguito il premier uscente, il governo non ritiene che un erede legittimo, o un monarca, dovrebbe rinunciare al trono qualora desiderasse sposare un partner dello stesso sesso.



Spetterà in ogni caso al futuro esecutivo e alle camere del Parlamento considerare lo status giuridico degli eredi al trono quando si considerano i bambini nati durante un matrimonio omosessuale. Rutte ha affermato che al momento non è utile ipotizzare una situazione del genere per quanto riguarda la successione, perché i fatti e le circostanze di un caso così specifico “possono anche cambiare nel tempo”. Wim Kok, al tempo premier laborista, nel 2000 diede una risposta contraria a quella di Rutte, quando in un’interrogazione parlamentare spiegò che i membri della famiglia reale che ambivano al trono non avrebbero potuto spostare una persona dello stesso sesso.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram