Paesi Bassi: respinta la mozione di sfiducia contro il premier Rutte

Rutte è stato accusato di mentire durante i negoziati per formare la sua coalizione

Rutte

Il primo ministro olandese Mark Rutte è sopravvissuto per pochi voti a una mozione di sfiducia presentata dall’opposizione in Parlamento ieri sera. Rutte è stato accusato di mentire durante i negoziati per formare la sua coalizione. “Rimango primo ministro. Lavorerò duramente per riconquistare la fiducia”, ha detto ai media Rutte, il cui Partito popolare per la libertà e la democrazia (Vvd) ha ottenuto il maggior numero di seggi alle elezioni parlamentari del mese scorso. Rutte, che detiene l’incarico di premier facente funzione sino alla formazione del nuovo governo, ha ottenuto il sostegno dei due principali partiti della sua ex coalizione, la formazione di centrosinistra Democratici 66 e dell’Appello cristiano democratico (Cda). Tutti i partiti d’opposizione, invece, si sono schierati contro il primo ministro.



Diversi deputati hanno accusato Rutte di aver ricevuto ieri mattina delle informazioni riservate in merito alle trattative fra i vari partiti, prima che venissero effettivamente condivise con gli altri leader delle formazioni politiche olandesi. Secondo alcuni parlamentari, Rutte avrebbe inoltre mentito in merito ad altre questioni relative ai negoziati, in particolare sul futuro incarico da assegnare a Pieter Omtzigt, esponente del Cda.

Omtzigt era stato protagonista di molti attacchi verso il premier olandese negli scorsi mesi, per il caso legato allo scandalo dei sussidi familiari. La possibilità che Omtzigt potesse ricevere “un incarico di rilievo” ha fatto pensare a una manovra del leader del Vvd per tacere una figura particolarmente critica nei suoi confronti. Rutte ha rifiutato di rispondere alle domande dei colleghi circa la “fonte” che gli avrebbe svelato anticipatamente il contenuto dei documenti riservati. Anche i due incaricati di svolgere il ruolo di “esploratori” per i negoziati, Tamara van Ark del Vvd e Wouter Koolmees di D66, sono accusati di non aver mantenuto il riserbo necessario al compito assegnatogli.



Leggi altre notizie su Nova News
Seguici su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram