Pakistan: attacco suicida nel distretto Mastung, tre morti e 20 feriti

Lo ha reso noto il vice ispettore della polizia di Quetta, Azhar Akram, precisando che 18 dei feriti erano agenti

pakistan

Almeno tre persone sono state uccise e 20 sono rimaste ferite oggi in un attacco suicida in Pakistan, presso un posto di blocco dei Corpi di frontiera (Fc) nel distretto di Mastung, nella provincia del Belucistan. Lo ha reso noto il vice ispettore generale della polizia di Quetta, Azhar Akram, precisando che 18 dei feriti erano agenti delle forze di sicurezza. L’attentato è stato rivendicato dal gruppo terroristico Tehreek-i-Taliban Pakistan (Ttp), il movimento dei talebani del Pakistan. Il primo ministro, Imran Khan, su Twitter, ha condannato l’attacco e rivolto le condoglianze alle famiglie delle vittime e gli auguri di guarigione ai feriti. Inoltre, ha reso omaggio alle forze di sicurezza per il loro sacrificio e il loro impegno contro i “piani di terroristi sostenuti da stranieri”. La ministra per i Diritti umani, Shireen Mazari, è stata più esplicita, accusando l’agenzia di intelligence indiana Research and Analysis Wing (Raw) di finanziare il Tpp.



Attentato rivendicato dai talebani, condanna dal governo di Islamabad

Il ministro dell’Interno del Belucistan, Mir Ziaullah Langove, si è unito alla condanna e ha chiesto alle autorità di presentare rapidamente un rapporto sull’accaduto, assicurando che la lotta contro i terroristi andrà avanti. L’attentato fa seguito ad altri recenti attacchi: meno di due settimane fa tre uomini della forza paramilitare Pakistan Levies sono rimasti uccisi e altri tre feriti nell’esplosione di una mina antiuomo nel distretto di Ziarat, sempre nella provincia del Belucistan. Questa settimana un capitano e due militari dell’Esercito sono rimasti feriti da un ordigno esplosivo improvvisato che ha colpito il loro veicolo nell’area di Gichik.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram