Parlamentari in Bulgaria: Noi continuiamo il cambiamento primo partito, secondo Gerb

Il capo di Stato uscente, Rumen Radev, ha ottenuto il 49,45 per cento dei consensi

bulgaria

Con il 42,85 per cento dei seggi scrutinati in Bulgaria per le elezioni parlamentari e presidenziali, il partito Noi continuiamo il cambiamento, nato solo due mesi fa, è primo con il 25,97 per cento dei voti. A seguire la coalizione composta dai partiti Cittadini per lo sviluppo europeo della Bulgaria (Gerb) e Unione delle forze democratiche (Udf) con il 21,42 per cento dei consenti, terza la forza politica centrista espressione della minoranza turca Movimento per i diritti e le libertà con il 13,79 per cento.



A seguire ancora il partito C’è un popolo come questo (Itn) del presentatore televisivo e comico Slavi Trifonov con il 10,08 per cento, il Partito socialista bulgaro (Bsp) con il 9,99 per cento, la Coalizione democratica della Bulgaria che tocca la quota del 6,11 per cento ed il partito di estrema destra Vuzrazhdane con il 5,19 per cento.

Tutti quelli citati supererebbero quindi la soglia di sbarramento del 4 per cento. Per quanto riguarda il voto per la presidenza della Repubblica, il capo di Stato uscente, Rumen Radev, ha ottenuto il 49,45 per cento dei consensi contro il rettore dell’Università di Sofia, Anastas Gerdzhikov, candidato indipendente sostenuto da Gerb, che si è fermato al 22,28 per cento. Sembra quindi più che probabile la necessità di un secondo turno per l’elezione della prima carica dello Stato.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram