Patuanelli all’omologo francese: “Chiarirò la nostra contrarietà al nutriscore”

"Farò un bilaterale con il ministro francese, Julien Denormandie" ha detto il ministro

patuanelli

La posizione italiana sul nutriscore, il cosiddetto sistema di etichettatura dei prodotti alimentari a semaforo sviluppato in Francia, è di massima contrarietà e non è mediabile. Lo ha detto il ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli, prima di entrare ai lavori del Consiglio agricoltura e pesca dell’Unione europea a Bruxelles.



“Farò un bilaterale con il ministro francese, Julien Denormandie, (a capo del dicastero dell’Agricoltura e dell’Alimentazione) anche in vista del semestre francese di presidenza” del Consiglio dell’Ue, ha aggiunto. “E’ ovvio che uno dei temi che affronteremo sarà quello del nutriscore”, ha spiegato Patuanelli.

“Dobbiamo chiarire la nostra posizione che non è mediabile: massima contrarietà al mettere un colore al cibo. Il cibo non è salubre o insalubre in quanto tale, ma fa parte di un ragionamento più ampio sulle diete, sull’utilizzo delle proteine animali, dei grassi, eccetera, ma sempre in un modo consapevole ed equilibrato”, ha specificato il ministro. “Quindi, non esiste un cibo che di per sé può avere un bollino rosso, un bollino arancione o un bollino verde”, ha detto.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram