Piemonte: le Regione premia i volontari della Protezione civile

Il presidente della Regione Alberto Cirio: "La Protezione civile piemontese è la migliore in Italia"

Una due giorni dedicata alla prevenzione assieme alla Protezione civile, con i volontari che sono stati premiati dalla Regione Piemonte. Si è concluso ieri l’evento organizzato a Torino negli spazi dell’Auditorium Rai. Due giornate dedicate alla scoperta del valore della Protezione civile, ricordando gli sforzi compiuti durante la durissima alluvione che ha colpito il Piemonte nel 1994. I volontari sono stati premiati dall’assessore Marco Gabusi. “Quella che qui rappresento è la delega a cui sono più affezionato: l’ho chiesta esplicitamente, perché ho fatto il sindaco e conosco l’importanza del lavoro che viene fatto dalla Protezione civile – ha affermato Gabusi -. Dopo la tragica esperienza dell’alluvione del 1994 il Coordinamento piemontese si è strutturato ed è cresciuto fino a diventare la migliore Protezione civile del Paese. Questo ci ha permesso di affrontare le alluvioni del 2019 e del 2020 con una formidabile macchina di soccorso che ha consentito di mettere in sicurezza e salvare tante vite. Dal 2020 l’esperienza di tutta la struttura, unita all’incredibile impegno dei volontari, si è rivelata determinante anche nella lotta contro la pandemia”.



Ha portato il suo saluto in collegamento telefonico, anche il presidente della Regione Alberto Cirio che ha dichiarato che “oggi siamo una delle Regioni in cui la pandemia è sotto controllo più che altrove, sia in Italia che in Europa. Questo lo dobbiamo al buon andamento della campagna vaccinale: ora bisogna affrontare insieme l’ultimo sforzo, quello della terza dose. Se siamo in questa situazione che fa del Piemonte l’area più verde d’Europa sotto il profilo del Covid, è perché il Piemonte è riuscito a fare squadra, e in questa squadra ha fatto la sua parte la Protezione civile piemontese, che io ritengo la migliore in Italia, che tutti ci invidiano, verso la quale saremo sempre debitori e alla quale saremo sempre riconoscenti”, ha concluso.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS