Portogallo, presidente de Sousa: “Le elezioni anticipate si terranno il 30 gennaio”

Il capo dello Stato ha annunciato la sua decisione, ampiamente attesa, durante un discorso alla nazione

Marcelo Rebelo de Sousa - Portogallo

Il presidente del Portogallo, Marcelo Rebelo de Sousa, ha annunciato lo scioglimento del Parlamento e la decisione di indire elezioni anticipate il 30 gennaio prossimo. Il capo dello Stato ha annunciato la sua decisione, ampiamente attesa, durante un discorso alla nazione.



Il presidente aveva precedentemente affermato che il Portogallo sarebbe andato alle urne due anni prima del previsto qualora la legge di bilancio per il 2022 proposta dal governo fosse stata respinta dal Parlamento, come avvenuto la scorsa settimana. Alle consultazioni del prossimo 30 gennaio si dovranno eleggere i 230 parlamentari portoghesi che poi determineranno la struttura del prossimo governo. Secondo i sondaggi, il Partito socialista del premier Antonio Costa dovrebbe rivincere le elezioni ma senza raggiungere la maggioranza assoluta, una fattispecie che obbligherebbe a tentare di formare una nuova coalizione di governo.

Il suo esecutivo, tuttavia, è caduto proprio a causa del voto negativo dei partiti di estrema sinistra che lo avevano sostenuto sinora: il Partito comunista e il Blocco della sinistra.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram