Quirinale, il sindaco Lo Russo: “Nessun delegato dei comuni per la votazione”

"Per me è un'occasione persa", ha dichiarato il primo cittadino di Torino

LoRusso

Nessuna regione ha voluto fare la scommessa di indicare un delegato dei comuni per la votazione del Presidente della Repubblica. E’ stata una scelta tutta intera ai consigli regionali. Per me è un’occasione persa. Lo ha affermato il sindaco di Torino Stefano Lo Russo commentando le prossime votazioni per eleggere il nuovo capo dello Stato. “E’ necessaria una persona competente e di garanzia. Non collegherei la faccenda del Quirinale alle sorti del governo e allo stesso tempo eviterei delle bandiere politiche sulla scelta del candidato – ha continuato. Lo Russo -. In questo senso mi riferisco alla figura di Silvio Berlusconi, per fare un esempio di candidatura fatta senza i criteri elencati prima ma che risponde ad una parte politica. Così come trovo suggestivo che chi chiedeva l’impeachment per Mattarella ora vuole il bis”, ha concluso.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram