Rifiuti: fermato un camion alla discarica di Albano, residenti chiedono chiusura immediata

A partire dalle sette di stamane presso la discarica sono arrivati otto camion carichi di rifiuti

Un camion che trasportava rifiuti e avrebbe dovuto scaricare nella discarica di Roncigliano, ad Albano Laziale in provincia di Roma, è stato bloccato e rimandato indietro questa mattina. Il mezzo perdeva percolato e dopo le opportune verifiche è stato fermato. A partire dalle sette di stamane presso la discarica sono arrivati otto camion carichi di rifiuti: ad accoglierli hanno trovato i cittadini in presidio permanente da settimane.



Su tutti quelli che mostravano delle perdite di liquidi sono state fatte verifiche, soltanto uno è risultato perdere percolato. Le forze dell’ordine, polizia e carabinieri, stanno presidiando la zona a partire dalla via Ardeatina. Un po’ di trambusto si è creato all’arrivo del sindaco di Albano Laziale, Massimiliano Borelli, al quale i cittadini chiedono da giorni la firma di un’ordinanza di chiusura immediata della discarica, così come fece l’ex sindaco di Roma Ignazio Marino per Malagrotta, motivando la scelta per l’alto livello d’inquinamento del suolo e delle falde acquifere. Tuttavia “per firmare un’ordinanza come quella di Malagrotta, che viene richiamata spesso ad esempio, abbiamo bisogno di dati aggiornati, ufficiali e incontrovertibili di cui oggi non disponiamo – ha spiegato il sindaco Borelli -. I dati precedenti sono pubblici, e in mano anche ad altri organi dello Stato.

A oggi nessuno è intervenuto, e questo dovrebbe portare ad una riflessione comune. Per questo abbiamo chiesto ad Asl e Arpa di fare altri rilievi sui rifiuti sversati, sui terreni e sulle acque sotterranee. Mentre sui rifiuti sono stato fatti il 3 e il 16 agosto, sulle acque verranno fatti il 19 agosto”. Inoltre “i pareri e gli studi, del tutto personali , che vengono inviati all’amministrazione comunale li teniamo in considerazione – ha aggiunto il sindaco -. Ma purtroppo non sono relazioni tecniche asseverate, quelle che servono in questi casi. Mi auguro allora che Italia Nostra presenti un ricorso ad adiuvandum al nostro che verrà discusso il 6 settembre al Tar. Sarebbe utile – ha concluso – che tutti convergessimo nella stessa direzione per ottenere insieme lo stesso risultato: chiudere la discarica di Roncigliano”.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram