Roma: condanne per il clan Senese, 15 anni di carcere per il boss “o Pazz”

Sette anni di carcere alla moglie del boss Raffaella Gaglione e altrettanti al fratello Angelo

Michele Senese

Quindici anni di carcere è la pena inflitta dal tribunale di Roma a Michele Senese, boss dell’omonimo clan operante a Roma, perché riconosciuto colpevole di reati che vanno dall’estorsione, usura e riciclaggio. “O Pazz”, così veniva chiamato il boss, è tra le pene più pesante rispetto a quelle inflitte agli altri imputati condannati oggi, circa una ventina, tra i quali, molti suoi parenti. Peggio è andata al figlio Vincenzo condannato a 16 anni e sei mesi. Sette anni di carcere alla moglie del boss Raffaella Gaglione e altrettanti al fratello Angelo. Una maxi operazione eseguita nell’estate del 2020 dalla guardia di finanza e dalla squadra mobile di Roma, aveva posto la parola fine ad una articolata rete criminale che si manteneva fiorente nonostante il boss fosse già in carcere, ma nonostante ciò continuava a gestire il clan con pizzini ed ingegnosi stratagemmi.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS