Roma: doppi pantaloni e nascondigli fantasiosi, 11 spacciatori arrestati

Stratagemmi di ogni genere per nascondere la droga

Stratagemmi di ogni genere per nascondere la droga, non sono serviti ad 11 persone arrestate negli ultimi giorni dalla polizia della questura di Roma. La fantasia dei pusher per occultare lo stupefacente spazia dai “doppi pantaloni” agli anfratti ricavati tra le immondizie diventati piccoli magazzini per gli spacciatori fino al più classico “lancio” della droga per non farsela trovare indosso. L’idea del doppio pantalone per occultare la sostanza stupefacente è venuta ad un cittadino senegalese di 26 anni fermato in via Bartolomeo d’Alviano dagli agenti del commissariato Porta Maggiore. Nella tasca del pantaloncino celeste indossato sotto quello di colore nero, i poliziotti hanno trovato 43,4 grammi tra crack ed eroina. Per M.M, già sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e con precedenti di polizia a suo carico si sono aperte le porte del carcere.



Nelle ultime ore a cadere nella fitta rete dei controlli messi in atto dalla polizia di Stato contro la lotta alla droga, L.A., 34 enne, cittadino di origini marocchine arrestato dagli agenti del VI Distretto Casilino, durante un servizio congiunto con gli investigatori della Squadra mobile e con gli uomini del Reparto prevenzione crimine. I poliziotti hanno notato il giovane che, alla vista delle pattuglie, ha cercato di dileguarsi nei vicini e sottostanti garage di via dell’Archeologia gettando a terra 2 involucri di nylon, immediatamente recuperati. L’uomo, con precedenti specifici di polizia, prontamente fermato e controllato è stato trovato in possesso di ulteriori 6 involucri contenenti sostanza stupefacente verosimilmente di tipo cocaina per un totale di 4 grammi e la somma di 160 euro.

Sempre in via dell’Archeologia, gli agenti della Sezione Volanti hanno arrestato N.A., 26enne cittadino romeno, notato mentre si intratteneva con fare sospetto con due possibili acquirenti dileguatisi all’arrivo dei poliziotti. Il giovane, prontamente raggiunto e bloccato, ha tentato invano di liberarsi di 10 involucri di cellophane gettandoli per terra. Sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di ulteriori 4 involucri trasparenti, custoditi all’interno del suo slip, contenenti sostanza stupefacente del tipo cocaina per un totale di 9,5 grammi e della somma di 50 euro.



Altri controlli questa volta effettuati dai poliziotti del commissariato Colombo in abiti civili specificatamente – rivolti alla prevenzione e repressione dei reati predatori e dello spaccio di sostanze stupefacenti – hanno portato ad un altro arresto in via Silvio D’Amico. A cadere nella rete degli investigatori questa volta un cittadino tunisino di 27anni. A nulla è servito il tentativo di sfuggire al controllo nascondendosi dietro i cassonetti della immondizia. E.S. che prima di essere controllato si era disfatto di due palloncini uno di calore rosso e uno azzurro è stato arrestato e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria. All’interno dei palloncini, che a loro volta contenevano palloncini di colori diversi, pronti per la vendita al dettaglio della sostanza stupefacente, gli agenti hanno trovato cocaina. Sequestrati anche 2 telefoni cellulari e 150 euro in contanti.

E non sono mancati i controlli su strada finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. Gli agenti del commissariato Spinaceto, nel corso del pattugliamento ordinario del territorio, hanno fermato sulla via Pontina direzione Roma svincolo Tor de Cenci, una macchina per un controllo. All’interno della tasca porta oggetti del sedile lato passeggeri, nella parte anteriore della vettura i poliziotti hanno rinvenuto 5 grammi di hashish e 12,0 gr di marijuana. Al termine degli accertamenti L.D. 37enne romano e P.G. 47enne originario della provincia di Napoli sono stati arrestati.

Gli investigatori del Commissariato Appio, hanno arrestato 4 uomini per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, ognuno dei quali con mansioni e ruoli diversi si occupavano dell’approvvigionamento, della custodia e della consegna a domicilio della droga. A finire in manette, E.A. 50enne di Torre del Greco, B.A. 50enne, M.F. 61enne e M.P. 62 enne tutti romani. Dopo un’attenta attività di indagine i poliziotti attraverso l’osservazione dei movimenti di piccoli e medi spacciatori della zona sono riusciti ad individuare il loro presunto fornitore E.A., i suoi 3 complici e l’appartamento sito in via Irpinia, quale presunta base dello spaccio, di proprietà di M.P. Durante l’attività di indagine, i poliziotti, hanno notato due soggetti attenzionati avvicinarsi all’abitazione e poco dopo, uno di questi, dopo essersi intrattenuto all’interno, uscire e consegnare un involucro ad un altro soggetto. Bloccati entrambi sono stati arrestati. Durante la perquisizione dell’autovettura del pusher, i poliziotti hanno sequestrato 3 involucri contenenti cocaina e due agende riportanti contabilità legate all’attività illecita. Una volta entrati nell’appartamento invece, uno dei due occupanti ha tentato di scappare ma è stato bloccato. All’interno degli slip nascondeva 1750 euro in contanti ed un involucro contenente cocaina. Identificato il locatario, veniva perquisito l’appartamento. Grazie alle unità cinofile antidroga, è stato rinvenuto e sequestrato un panetto di hashish e alcuni grammi di marijuana e cocaina, quest’ultima rinvenuta anche nella cassaforte. Sequestrata anche sostanza da taglio, bilancino di precisione, e materiale per il confezionamento delle dosi oltre a ulteriori 530 euro in contanti.

Un 25enne ecuadoregno, G.T.M.P., è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Prati, per detenzione ai fini di spaccio si stupefacenti. L’uomo da subito insofferente al controllo di polizia ha immediatamente insospettito i poliziotti, i quali, visti i suoi numerosi precedenti hanno proceduto alla perquisizione personale. All’interno del suo portafogli sono stati trovati 3 involucri in cellophane e carta d’alluminio, contenenti sostanza stupefacente tipo hashish per un totale di 6,6 grammi, nonché la somma 90 euro suddivisa in banconote di vario taglio. Visti i precedenti specifici del 25enne gli investigatori hanno esteso il controllo presso l’abitazione dello stesso. Durante la perquisizione a casa dell’uomo, i poliziotti hanno sequestrato circa 37 grammi di hashish, 0.15 grammi di marijuana e 2.1 grammi di droga sintetica denominata MD, un bilancino di precisione e utensili in metallo utilizzati presumibilmente per dividere e tagliare la sostanza stupefacente nonché materiale utile per il confezionamento della stessa.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram