Roma: niente sgombero dell’immobile in via del Caravaggio a Tor Marancia

Residenti, associazioni e cittadini si sono radunati all'ingresso dell'edificio dalle 5 di questa mattina in attesa delle forze dell'ordine per una "barricata solidale"

roma - sgombero -foto Claudio Sisto

Doveva svolgersi questa mattina lo sgombero dell’immobile di via del Caravaggio, a Tor Marancia, occupato da 105 famiglie, ma lo sfratto non è stato eseguito. Residenti, associazioni e cittadini si sono radunati all’ingresso dell’edificio questa mattina a partire dalle 5 in attesa delle forze dell’ordine per una “barricata solidale”. Caffè e colazione per chi è arrivato questa mattina alle prime luci dell’alba per sostenere la manifestazione degli occupanti. “Si è svolto ieri il tavolo provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica in cui si è discusso del piano sgomberi ma non abbiamo ancora informazioni su cosa sia stato deciso”, ha detto Paolo, un attivista, al microfono. “Ieri la questura ci ha convocati alle 10:30 e il dirigente della Digos ci ha chiesto stato dell’arte della trattativa con Regione Lazio il comune di Roma e Ater. Abbiamo spiegato quello che abbiamo messo in moto e ribadito che non siamo assolutamente d’accordo se l’intenzione è accelerare i meccanismi di trattativa per invitare le persone ad uscire dall’edificio, e la cittadinanza ci sostiene”.

“La Regione Lazio ha affermato che prima del 25 o 26 giugno sarà impossibile trovare una soluzione e farci uscire con le chiavi in mano e alloggi assegnati”, ha aggiunto l’attivista. “Aspettiamo quindi l’incontro che si svolgerà oggi con l’Ater, il municipio VIII e la Regione Lazio per cercare di chiudere tutte le criticità rimaste. Tra le buone notizie di ieri, c’è una determina del Municipio Roma VIII che paventa la possibilità che non solo i residenti ma anche i censiti dal 2009 potrebbero rientrare nelle assegnazioni. L’assenza delle forze dell’ordine, oggi, è un risultato positivo”, ha concluso.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram