Roma: sorpreso in strada a “caricare” in auto 50 chili di cocaina, arrestato 41enne

Nella Micra i panetti, gran parte dei quali contrassegnati con la sigla "bio", erano ben in vista nel cofano

roma

Cinquanta chili di cocaina purissima pronta ad invadere le piazze di spaccio della capitale, sono stati sequestrati dagli agenti del III distretto di polizia Fidene a Roma. Nel corso dell’operazione, è stato arrestato lo spacciatore, B.W., 41enne di Roma residente sul litorale laziale, sorpreso mentre spostava da un’auto all’altra l’ingente quantitativo di droga. Da notizie assunte “dalla strada” i poliziotti sapevano che in una via di Colle del Sole, periferia est della capitale tra Borghesiana e Setteville, c’era un sistematico un trasbordo di droga.



Secondo le metodologie usate dai trafficanti, infatti, la droga destinata agli acquirenti viene lasciata in macchine di cui gli acquirenti stessi hanno le chiavi. I poliziotti hanno tenuto d’occhio discretamente la zona fino a ieri sera, quando hanno visto arrivare una Micra il cui conducente, poi identificato per B. W. , si è fermato vicino ad una Yaris lì parcheggiata, l’ha aperta ed ha iniziato a spostare “qualcosa” da una macchina all’altra. A qual punto gli agenti sono intervenuti bloccando il 41enne. Nelle 2 macchine sono stati trovati in totale 46 panetti di cocaina, per un peso lordo di più di 50 chili di stupefacente.

Nella Micra i panetti, gran parte dei quali contrassegnati con la sigla “bio”, erano ben in vista nel cofano, mentre nella Yaris lo spacciatore li stava accuratamente nascondendo, evidentemente perché era quella l’auto che doveva “girare” per la città per rifornire i vari grossisti. B.W. è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, le auto sono state sequestrate ed ora gli investigatori sono al lavoro per scoprire la provenienza e la destinazione dell’ingente quantitativo di cocaina sequestrata.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram