Romania: incontro fra socialdemocratici e liberali

Proseguono i tentativi di formare una "Grande coalizione"

romania bandiera

Un incontro positivo: così il presidente del Partito socialdemocratico (Psd), Marcel Ciolacu, ieri sera ha definito la riunione con colloqui con il Partito nazionale liberale (Pnl). Ciolacu ha confermato che durante i colloqui si è parlato della soluzione di primi ministri a rotazione. “Siamo sulla strada giusta e se siamo onesti e patriottici, questo è un percorso che porterà alla formazione di una nuova maggioranza”, ha detto Ciolacu, ribadendo che il Psd andrà alle consultazioni a Palazzo Cotroceni con il capo dello Stato, quando queste saranno indette con un nome da proporre per l’incarico di primo ministro. “Questo fine settimana, il Psd lavorerà su un programma di governo, quindi ci confronteremo con il Pnl e proveremo a metterli insieme”, ha affermato Ciolacu. Il leader del Psd ha chiesto di presentare una bozza di bilancio, indicando come “priorità zero” debba essere una rettifica di bilancio. “Ho avuto un primo incontro con i colleghi di Pnl. Sin dall’inizio, sia io che i miei colleghi abbiamo chiesto un incontro serio, applicato alle esigenze dei rumeni. Non abbiamo discusso delle posizioni nel governo rumeno. Riteniamo che la priorità numero uno sia la stabilizzazione della Romania. Attraverso uno sforzo congiunto e un programma di governance coerente, cerchiamo di raggiungere un ritmo atteso dai romeni. Credo che siamo sulla strada giusta e se siamo onesti e patriottici, questo è il modo per formare una maggioranza”, ha affermato Ciolacu.



Interrogato sulla possibilità di ricoprire la carica di primo ministro a rotazione, il leader del Psd ha affermato che “c’è stata una discussione sulla proposta del primo ministro. Manteniamo la nostra decisione del Psd di andare alle consultazioni con una proposta. Poi sono arrivate diverse soluzioni che ognuno di noi analizzerà all’interno del partito. Suppongo che sia per questo che abbiamo consultazioni, per presentarci con una soluzione comune”, ha mostrato Ciolacu. Il leader del Pnl, Florin Citu, aveva dichiarato, a sua volta, giovedì sera, dopo le discussioni con il Psd per la formazione di un nuovo governo, che “è stato un buon incontro”. Citu ha aggiunto che la discussione si è concentrata anche sui progetti da inserire nel programma di governo, e una delle opzioni “interessanti” per l’esecutivo è cambiare il primo ministro ogni due anni.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS