Brusaferro: “Peggiora la situazione in tutta Europa, epidemia sotto controllo in Italia”

Rezza: "A breve la circolare per la somministrazione del vaccino ai bambini dopo ok dell'Aifa"

natale mercatini coldiretti green pass

Nel periodo 10-23 novembre 2021, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,2 al di sopra della soglia epidemica. La scorsa settimana era all’1,23. E’ quanto emerge dal report dell’Istituto superiore di sanità (Iss), con i dati del monitoraggio della cabina di regia sull’epidemia di Covid-19. É in diminuzione, ma ancora sopra la soglia epidemica, l’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero (Rt a 1,09 al 23 novembre rispetto all’1,15 al 16 dello stesso mese). “La situazione italiana mostra un incremento dell’incidenza che ora è a 155 casi ogni 100 mila abitanti” ha spiegato il presidente dell’Iss, Silvio Brusaferro, nel corso della conferenza stampa sull’andamento epidemiologico nel Paese specificando che a livello europeo “la situazione tende a peggiorare”. Alcuni Paesi “hanno una curva di crescita molto significative mentre in Italia è più contenuta”, ha aggiunto. Le fasce di età più colpite sono quelle sotto i 20 anni ma anche fra i 30 ed i 49 anni c’è una circolazione più elevata dei giorni scorsi, ha chiarito ancora il presidente.



Ancora in crescita i ricoveri ospedalieri per Covid-19. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è al 7,3 per cento (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 2 dicembre) rispetto al 6,2 per cento al 25 novembre. Nello stesso periodo il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale al 9,1 per cento rispetto all’8,1 per cento. “Crediamo che se ci sarà un’adozione generalizzata di prudenza, unita alla campagna vaccinale” inizierà “un percorso che potrà invertire la curva dei contagi e dunque il carico sugli ospedali” ha aggiunto ancora Brusaferro.

Con la pandemia lo scorso anno “avevamo Regioni con misure restrittive di circolazione. Oggi abbiamo risultati maggiori con mobilità molto più alta rispetto lo scorso anno” ha detto ancora. “Abbiamo due regioni che sono a rischio moderato e una regione a rischio basso. Abbiamo 150 casi per 100 mila abitanti con un Rt sopra la soglia di uno. L’obiettivo oggi è quello di riportarlo sotto la soglia di uno sia per sintomatici e sia per ospedalizzazioni”, ha aggiunto ancora Brusaferro.



“Aifa ha approvato il vaccino per i bambini under 12 anni: siamo in attesa delle note tecniche e sulla base di quelle daremo delle indicazioni adeguate attraverso una circolare” ha affermato il direttore della prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza che ha poi chiarito come dietro l’indicazione della struttura commissariale “abbiamo ritenuto di poter mantenere il programma” relativo alla quarantena in caso di alunni positivi all’interno delle classi.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS