Sardegna: aiuti di stato per la continuità territoriale aerea, spiraglio dall’Europa

La Commissione europea ieri ha varato la Carta delle regioni alle quali possono essere concessi gli aiuti di stato

aeroporto - aereo

La Sardegna potrebbe rientrare fra le regioni per le quali sarebbero ammissibili gli aiuti statali per la continuità territoriale aerea. La possibilità per l’Isola arriva dalla Commissione europea che ieri ha varato la Carta delle regioni alle quali possono essere concessi gli aiuti di stato. Con un Pil pro capite inferiore al 75 per cento della media Ue, la Sardegna rientra ora a pieno titolo tra le cosiddette “zone A”, ovvero le regioni ammissibili ai finanziamenti con agevolazioni massime tra il 30 e 40 per cento per le imprese sarde. Il tutto in forza dell’articolo 107 del trattato sul funzionamento dell’Unione Europea. L’orientamento della Commissione Europea potrebbe rappresentare una svolta in vista della definizione del nuovo sistema di continuità aerea da e per l’Isola, che dovrà essere aggiudicata entro maggio 2022. La Sardegna, in buona sostanza, non dovrà più temere le procedure di infrazione per aiuti di Stato.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS